Cascata Gorg d’Abiss, la cascata delle fiabe è in Valle di Ledro

10 aprile 2019 6:55 am
cascata gorg d'abiss valle di ledro
Cascata Gorg d’Abiss – Foto Isabelle Yrma Pace

Metti una domenica pomeriggio di aprile, l’aria frizzante e le nuvole che fanno capolino da dietro le montagne. Sembrerebbe piovere e invece il cielo si apre. Un pomeriggio di primavera a caccia di bellezza si trasforma allora nella giornata ideale per visitare un vero e proprio “angolo fiabesco”: la Cascata Gorg D’Abiss in Valle di Ledro. 

A chi non è mai capitato durante un viaggio, di fermarsi a guardare il paesaggio ed esclamare: “questo posto sembra uscito da una fiaba!”. Ci sono luoghi che con la loro atmosfera, le luci e i colori trasportano in un mondo rarefatto che non somiglia alla realtà. 

Ed ecco allora che in un attimo, scatta quella scintilla che ti fa ricordare quel paesaggio come un posto da favola. È proprio questo ciò che accade quando vi immergerete nella natura selvaggia che circonda una cascata fiabesca, Gorg D’Abiss, appunto, a Tiarno di Sotto, un paese chiamato un tempo dei signori” per le numerose abitazioni signorili che caratterizzavano il suo centro. 


L’itinerario è perfetto per chi non è allenato, per le famiglie con bambini o per chi semplicemente non ha troppo tempo per un’escursione impegnativa ma ha ugualmente voglia di stare un’oretta all’aria aperta e godere di una natura rigogliosa e di uno spettacolo raro, la bellissima cascata Gorg D’Abiss, appunto. 

Nel tragitto per Tiarno, partendo da Riva del Garda, impossibile non lasciarsi incantare dalla bellezza di questa componente che non può che caratterizzare la Valle di Ledro: l’acqua. Il lago lo costeggiamo con la macchina tenendolo sulla sinistra e nonostante il grigio di una giornata di primavera piuttosto fresca, la sua immensità ci mette di buonumore! 

Ma il nostro itinerario ha inizio. Partiamo a piedi dalla piazza centrale di Tiarno di Sotto dove lasciamo la macchina. Proseguiamo seguendo le indicazioni per la cascata.

Foto Isabelle Yrma Pace

Non appena addentrati, si percepisce subito che qui storia e natura vanno di pari passo. Sulla destra all’inizio del percorso vedrete un vecchio mulino ristrutturato non più in uso chiamato Mulino dei Bugatini risalente al XV-XVI secolo (non visitabile perché privato). [foto mulino] Da qui ci inoltriamo nel bosco e l’acqua diventa la nostra fedele amica che ci guida e ci fa stupire della sua bellezza. Cascatine, ruscelli, corsi d’acqua: tutto questo è possibile grazie al Rio Massangla, un torrente che rinfresca nelle giornate di calura estiva e che crea dei meravigliosi giochi d’acqua che vi faranno sentire molto”zen”!  Dopo poco (circa 10 minuti di passeggiata), dietro ad una curva creata dalla montagna appare lei, la meravigliosa e fiabesca Cascata Gorg d’Abiss ovvero vortice dell’abisso, questo il nome “sontuoso” di questa cascata. 

A primo impatto è impossibile non rimanerne affascinati. Un mondo nel mondo, quello della Cascata, che ti riporta bambino, che ti fa sognare di fate e gnomi, folletti e un universo incantato che, da adulti sembriamo non ricordare più. 

Il tragitto è comodo, facile e adatto davvero a tutti. L’unico accorgimento è quello di prestare attenzione all’umidità della cascata che può rendere l’ultimo tratto sdrucciolevole. 

Al ritorno, seguiamo l’indicazione per la Chiesetta di San Giorgio. [foto cartellone San Giorgio] Decidiamo dunque di proseguire per la chiesa salendo prima dal bosco per poi spuntare sulla strada asfaltata. Curva dopo curva arriviamo alla Chiesetta con la sua torre a cipolla. Da qui la vista è mozzafiato. I tanti alberi in fiore (soprattutto ciliegi e mandorli) rendono il paesaggio (su Tiarno di Sopra e di Sotto) ancor più piacevole. 

Un profondo respiro e si torna alla base! 

Si prosegue su strada forestale salendo, si oltrepassa il ponte romano di Croina e si scende nel paese di Tiarno di Sotto che ha una peculiarità: la sua Chiesa di San Bartolameo, con il campanile dai ben 72 metri di altezza, è il secondo più alto in Trentino. Riprendiamo la macchina e si torna a casa. 

Nel cuore tutta la meraviglia per una cascata che non ti aspetti! La sua acqua vigorosa e forte scende tumultuosa dall’alto e ti fa sentire piccolo piccolo.

La natura sa creare spettacoli che, qui in Valle di Ledro danno decisamente il meglio di sé. Immergetevi nella natura, immergetevi nella bellezza di questa rigogliosa valle. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *